Edizioni Sonda

I nostri uffici resteranno chiusi dal 30/07/22 al 21/08/22. Gli ordini effettuati durante questo periodo verranno evasi e spediti a partire dal 22/08/2022.

Oltre il filo spinato di Green Hill (ePub)

La vivisezione esiste ancora. Come e perché superarla
Isbn: 978 88 7106 951 7
Anno pubblicazione: 2014
Collana:
Formato: ePub

6,49

Altri formati disponibili:

Due protagonisti della battaglia antivivisezionista spiegano cosa è successo negli ultimi anni sul fronte della lotta alla vivisezione. I dati, il dibattito, gli ambiti applicativi (ricerca di base, farmacologica, chimica, didattica ecc.), i casi di cronaca più significativi, l’uso delle cavie umane, i metodi sostitutivi; la clamorosa battaglia contro Green Hill con la liberazione di 3.000 beagle, vicenda senza precedenti al mondo per così tanti animali “da laboratorio”.
E poi l’obiezione di coscienza alla vivisezione: l’Italia è l’unico Paese a garantire per legge a studenti e ricercatori questo diritto, grazie a una storica battaglia antivivisezionista, senza contare anche la direttiva europea, l’iniziativa dei cittadini per abrogarla, la nuova legge in vigore in Italia da pochi mesi.
L’opinione dei ricercatori (con tutti i nomi e i volti), le testimonianze dei malati, le denunce degli attivisti e la sfida che lanciano alla ricerca sugli animali. Alla vivisezione, metodo mai validato scientificamente eppure in uso.

Esistono numerosi metodi alternativi alla sperimentazione animale tra cui i modelli informatici, le analisi chimiche, le indagini statistiche, gli organi bioartificiali, i microchip al DNA, i microcircuiti con cellule umane, i test in vitro.
Il sostegno e lo sviluppo dei metodi di ricerca senza uso di animali deve diventare una priorità per il nostro Paese.

Un saggio dove gli autori si rivolgono a tutti coloro che si pongono la questione etica e della validità scientifica della sperimentazione sugli animali, lo sfruttamento dei più deboli, la gestione della nostra salute, l’impiego trasparente dei fondi per la ricerca.

Autorə

E' presidente della LAV-Lega Anti Vivisezione. Attivo in prima persona contro la vivisezione e contro qualunque forma di sfruttamento animale, ha condotto molteplici campagne, iniziative legali e legislative. E’ uno dei leader più noti e autorevoli dell’animalismo italiano. E’ stato ideatore ed autore di molteplici iniziative legali e legislative come, ad esempio, la proposta, poi diventata legge nel 1993 di riconoscimento dell'obiezione di coscienza alla vivisezione, della prima Relazione del Parlamento Europeo sul benessere e lo status degli animali presentata nel 1989 e approvata a Strasburgo nel 1994, delle proposte di riconoscimento dei diritti degli animali nella Costituzione italiana e nella Carta per i diritti fondamentali dell'Unione Europea. In Italia ha coordinato le campagne europee come quelle per il divieto dei vitelli in box (1995-1996), delle galline ovaiole in gabbie di batteria (1998-1999), per l'abolizione dei test cosmetici sugli animali (1997-1999), per il cambiamento del Codice penale su maltrattamento ed uccisione di animali diventata legge nel 2004. Dal settembre 2002 è coordinatore dell’Intergruppo parlamentare Animali che raccoglie deputati e senatori di tutti i partiti sensibili alle tematiche animaliste.

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna al negozio