fbpx

Edizioni Sonda

Ti informiamo che i nostri uffici resteranno chiusi dal 23/12/23 al 7/01/24.
Gli ordini effettuati durante questo periodo verranno evasi e spediti a partire dall’8/01/24.

L’idraulico e un amico

Dopo essermi lavato i denti e le mani, mi sono accorto subito della schiuma che fuoriusciva dal coperchietto di metallo sul pavimento del bagno. So che è come un tappo sulla tubatura lungo la quale scorre l’acqua del lavandino e del bidè. Doveva essersi otturato.
Sono andato a riferirlo a mia madre e le ho detto: “Questo è lavoro per il padre di Riccardo”.
Il padre di Riccardo, infatti, fa l’idraulico.
Rick ne è orgoglioso.
“Credo che sia uno dei migliori idraulici nella zona, forse della città” mi assicura.
Mia madre mi ha detto: “E’ un lavoro da fare con urgenza. Chissà se il padre del tuo amico avrà il tempo di venire in giornata”.
“Chiediamoglielo subito”.
Ho digitato il numero e mi ha risposto Rick, come speravo.
“Ciao, Tony, perché mi hai chiamato?”
“Abbiamo bisogno di tuo padre, Rick. In questo momento non possiamo lavarci la faccia e i piedi. Quando può venire da noi?”
“Anche subito, credo”.
“Sarebbe una bella fortuna”.
“Fino ad ora non ha avuto chiamate da nessuno e sta guardando un film nel salotto”.
“Puoi chiedergli se può fare un salto a casa nostra?”
Il padre di Rick è venuto al telefono e gli ho spiegato che cosa era successo.
“Ho capito, c’è da sturare un tratto di tubo. D’accordo, vengo subito”.
E’ arrivato un quarto d’ora dopo e si è messo subito al lavoro. In meno di mezz’ora ha riparato il danno. Ha usato una quantità impressionante di silicone e alla fine ci ha detto: “Per qualche ora vi consiglio di non fare scorrere acqua nella tubazione. Lasciamo che il silicone si rassodi bene. Avete un altro bagno, usate quello per le vostre necessità, almeno fino all’ora di cena”.
Mia madre lo ha ringraziato e gli ha chiesto: “Quanto le devo?”
“Niente”.
“Ha fatto un bel lavoro, è giusto che la paghi”.
“Lasci perdere. Va bene così”.
Mia madre avrebbe voluto insistere, ma l’uomo le ha detto: “Guardi, è come se le avessi ricambiato un favore”.
“Non capisco”.
“E’ semplice, signora. L’amicizia di Antonio con Rick fa molto bene a mio figlio. Credo che gli eviti di fare passi falsi e di prendere piccole sbandate. Inoltre viene spesso a fare i compiti da voi e a volte lo invitate anche a pranzo. Forse dovrei pagarvi io per questi servizi”.
“Riccardo è sempre il benvenuto a casa nostra”.
“Perciò non voglio essere pagato per una piccola cosa come questa”.
“E stato molto gentile”.
Quando il padre è andato via, ho telefonato a Riccardo.
“Guasto riparato” gli ho detto. “Ma tuo padre non ha voluto farsi pagare”.
“Gli ho chiesto io di farvi la riparazione gratis”.
Naturalmente non ho riferito a Riccardo le ragioni per cui suo padre non aveva voluto essere compensato.
Credo che quell’uomo non conosca bene il figlio. E io sono fortunato ad avere Rick per amico. 


 

La serie del piccolo Antonio di Angelo Petrosino

La serie di Antonio

 

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna al negozio