Edizioni Sonda

I nostri uffici resteranno chiusi dal 24/12/21 al 5/01/22. Gli ordini effettuati durante questo periodo verranno evasi e spediti dopo il 7/01

Pensa mangia agisci!

La cucina vegan della cambusa di Sea Shepherd
Isbn: 978 88 7106 771 1
Pagine: 144
Anno pubblicazione: 2016
Collana:
Formato: 16×22 cm
Rilegatura: Brossura

11,90

Essere capo cuoca a bordo della Sam Simon, una delle navi di Sea Shepherd: ovvero, come coniugare la cucina vegan e l’attivismo.

Una guida, oltre che un ricettario, per conoscere una organizzazione impegnata a proteggere e tutelare le specie selvatiche negli oceani del mondo.

Raffaella Tolicetti, capocuoca a bordo di una delle navi di Sea Shepherd, ci racconta come fare ogni giorno la propria parte a favore del pianeta cucinando bene e senza sprechi… anche nel bel mezzo di una tempesta o mentre si viene speronati da una baleniera giapponese. Oltre 50 ricette 100% vegetali, pensate per chi proprio cucinando (e mangiando) vuole unire consapevolezza alimentare e responsabilità ambientale, gusto per il buon cibo e partecipazione.

Una panoramica internazionale sull’attivismo ambientale nelle sue forme più impegnative.

Curiosità

La Sea Shepherd Conservation Society è un’organizzazione senza scopo di lucro statunitense che si occupa della salvaguardia della fauna e degli ambienti marini. I membri si autodefiniscono eco-pirati e sono impegnati in campagne basate su documenti quali la Carta Internazionale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per la Natura del 1982 (United Nations World Charter for Nature) e la Convenzione per la conservazione della vita selvatica e dei suoi biotopi in Europa.
Sea Shepherd è stata fondata nel 1977 da Paul Watson, uno dei tre fondatori di Greenpeace, dopo aver concluso che il testimoniare “con contegno” (in inglese: bearing witness) ai disastri ambientali era una risposta inadeguata se confrontata all’applicazione dell’attuale sistema internazionale di leggi, regolamenti e trattati. Sea Shepherd si distingue infatti per le sue operazioni di intelligence e documentazione, al fine di denunciare alle autorità competenti attività di bracconaggio ed informare l’opinione pubblica sulle minacce alla biodiversità nei mari di tutto il mondo.

Il sito ufficiale è www.seashepherd.org
Il sito italiano è www.seashepherd.it

Autorə

Dopo la laurea in Scienze politiche all’università di Roma, nel luglio 2010 si è unita all’equipaggio di Sea Shepherd a bordo della nave Steve Irwin. Come capocuoca sulla Sam Simon ha preso parte alla sua quarta Campagna antartica in difesa delle balene. Inoltre, ha partecipato alla Campagna in difesa del tonno rosso nel Mediterraneo e a una Campagna alle Isole FærØer per la tutela dei globicefali.

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna al negozio